Il matrimonio è social, tutte le app e i consigli per nozze condivise

Notizie&Rassegne
web&dintorni

Il matrimonio è social, tutte le app e i consigli per nozze condivise

Dall’annuncio su Instagram alle partecipazioni online, fino alla diretta streaming della cerimonia, ci sono mille nuove opportunità per vivere e condividere la giornata più emozionante della propria vita. Interessanti, ma da maneggiare con cura, pr evitare eccessi e cadute di stile.
wedding planner

I tradizionalisti storcono il naso, ma la rivoluzione è in atto ed è impossibile fermarla: anche il matrimonio è ormai un evento social e come tale viene trattato. Ecco allora, passaggio dopo passaggio nel wedding planning, come la tecnologia può venirvi in aiuto.

L’annuncio. Instagram e Pinterest sono ormai i luoghi virtuali più frequentati per gli annunci di fidanzamento e poi di nozze. Si può filmare e condividere il momento della domanda di rito (meglio se in un contesto adeguato) o optare per una foto. Qui ci si può sbizzarrire con la creatività, per personalizzarla come meglio si crede: si può scegliere una foto della coppia nel luogo più amato, in quello in cui è avvenuta la proposta, oppure concentrarsi sull’anello. Più si è abili con programmi come Photoshop più si può personalizzare con colori, filtri, cornici, frasi, avendo sempre cura di non eccedere.

L’attesa. Il matrimonio social non può lasciare nulla al caso e, soprattutto, richiede un’attenta pianificazione. In concomitanza con l’annuncio si può creare un hashtag che servirà come fil rouge per tutto quello che si condividerà sui vari social network. Si può cominciare mandando messaggi con piccoli indizi sull’evento e sulla data per creare l’attesa. Quando la data fatidica sarà stata fissata il racconto social potrà cominciare.

Cosa condividere e con chi. Volete raccontare la ricerca e la scelta dell’abito? Cercate consigli sulla scelta dei fiori e delle decorazioni? Tutto si può fotografare e condividere sui social o con Whatsup, facendo però attenzione alle scelte di condivisione: ovvio che l’abito della sposa può essere condiviso solo con le amiche e lo sposo non deve vederlo. I social sono però anche una grandissima fonte di ispirazione: sempre su Instagram e Pinterest ci sono ricchissime gallerie di immagini di abiti, decorazioni, anelli, partecipazioni da saccheggiare per trovare il proprio stile.

Wedding Party è una app molto utilizzata con cui si può fare veramente di tutto: mandando la partecipazione si inserisce automaticamente l’invitato nel gruppo e da quel momento potrà vedere foto, filmati, avere informazioni sulla location del matrimonio e del ricevimento e partecipare al countdown. Non solo: anche gli invitati possono interagire inserendo vecchie foto o contribuendo al racconto del matrimonio con dettagli su come hanno conosciuto la coppia o uno dei due sposi. Prevede anche la possibilità di creare una pagina web del matrimonio, per non fare sentire esclusi gli ospiti che ancora non hanno uno smartphone.

Un website del matrimonio: per i più giovani e smanettoni creare una pagina web del matrimonio non sarà così difficile. Se invece la tecnologia non è proprio il vostro forte potrete optare per servizi come weddingwindow.com, che guidano passo passo nella creazione della vostra pagina web, mettendo a disposizione una discreta scelta di modelli grafici fra cui scegliere.

Matrimonio in streaming L’amica del cuore si è trasferita oltreoceano per lavoro? Avete scelto di sposarvi in cima alle Alpi e non tutti gli invitati sono in grado di raggiungervi? Potete scegliere di trasmetterlo in diretta affidando la ripresa a un’agenzia specializzata come theserendipity.it.

APP PER TUTTI I GUSTI Per gestire tutte le informazioni, fare liste degli invitati e dei fornitori, anche aggiungendo foto, potete optare per Evernote. Con myWeddy potrete invece fare tutto, dal countdown verso il gran giorno alla gestione degli inviti, dalla liste delle cose da fare al rendiconto delle spese, fino all’organizzazione dei posti a sedere nei tavoli. Molto gettonata anche My Perfect Wedding Planner: consente di creare liste di invitati, controllare le risposte, verficare le cose da fare e tenere sotto controllo il budget. Su Wedding LookBook by The Knot potrete visualizzare oltre 9mila modelli di abiti e anelli, mentre con Zankyou Weddings potrete condividere con amici e familiari tutte le informazioni, dalla mappa per la location del matrimonio alla lista nozze.

Matrimoni gay In attesa di conoscere l’esito parlamentare del disegno di legge che vorrebbe istituire le unioni civili, in Italia com’è noto il matrimonio fra due persone dello stesso sesso non è riconosciuto a termini di legge, a differenza di quello che succede in quasi tutti i paesi europei e nel mondo. Questo non significa che si debba rinunciare a celebrare un’unione e a festeggiarla. Proprio per questo i milanesi Dedi Salmeri e Franco Bosisio hanno creato lo scorso anno Just2!, agenzia di wedding planner specializzata proprio nei matrimoni fra persone dello stesso sesso.

Febbraio 2016 | © oggi.it RCS Mediagroup

Offerta sito web responsive + DCMS

Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook

Precedente

Portfolio, i nostri ultimi progetti Responsive Web Design su dispositivi: fissi/mobili/retina